• Editorial #5 - Re-Action Beauty

Nessuna Categoria
EDITORIAL #5

Re-Action Beauty

Storica città libera, ultimo bastione di resistenza antifranchista nella Guerra Civile, Barcellona vive e si nutre di sperimentazioni continue. Capitale della Catalogna, da decenni il suo spirito avanguardista si trasforma in un’innovativa propensione al cambiamento: dall’architettura di Gaudí, che più l’ha plasmata con il suo stile iper-rivoluzionario, all’arte di Mirò, Picasso e Dalì; l’alta cucina, che come la conosciamo oggi è stata inventata dal genio di Ferran Adrià, il cinema di Almodovar, la letteratura di Ruìz Zafòn, Vazquéz Montalbán, Orwell…
Qui abbiamo deciso di scattare la collezione Primavera/Estate 2020 e in questo contesto i trend che proponiamo provano a descrivere una Re-Action beauty fluida nelle forme e nei consumi: “In un’epoca di cambiamenti continui, proprio le speranze di rinnovamento aiutano a liberare la propria creatività al fine di personalizzare i look più adatti alle clienti” (Mauro Galzignato).
Re-Action BeautySensibilizzazione e rispetto dell’ambiente sono ormai valori globali, e se colori e tessuti evocano sensazioni terrene e naturali, “i capelli si adeguano di conseguenza e ne rafforzano il concetto, vibrando di sfumature solo apparentemente monocromatiche, e invece ricche di diverse intensità che danno vita a morbidi movimenti”. Anche il mondo del lavoro gioca un ruolo importante: “Parità di genere, rinnovata solidarietà femminile, fine di stereotipi obsoleti e lontani dalla realtà, danno vita ad un’estetica inclusiva e ricca di carattere, manifestati attraverso colori autorevoli e linee geometriche. I capelli vi giocano un ruolo primario, trasmettendo un messaggio di forme e colori decisi ma allo stesso tempo permettendo versatilità e veloci cambi look”.
Buone visioni.

Francesca Nocentini (Kemon Marketing manager)

- Articoli correlati