• Milano Bar Grand Tour

K-NOW #4
MILAN BAR GRAND TOUR

Da bere da matti

Cosa bevi? Ti va di bere qualcosa? Ti offro qualcosa da bere. Qualcosa di buono, di strano, di incredibile, di mai sentito. Ti porto dove vuoi, qui a Milano. Li conosco tutti, io, i posti dove si beve, dove si miscela, dove si contano le gocce di angostura a occhi chiusi. Quei posti lì, quei bar che ci sono solo qui a Milano.

Milano Bar Grand Tour

La direttrice marketing Francesca Nocentini al bancone del Dry Bar di via Vittorio Veneto

Milano Bar Grand Tour

Cocktail proposti dal Dry Bar

Vuoi partire dall’inizio? Vuoi un happy hour quando era ancora un mangia-e-bevi? Vieni, qui a due passi c’è il Bar Basso, un monumento, tipo il Duomo. Non lo sposti, sta lì, a far negroni o quel che vuoi, a farti sentire che gli anni mitici di cui hai solo sentito parlare sono ancora qui, intorno a te, ti parlano, li senti?

Milano Bar Grand Tour

Il Direttore artistico Mauro Galzignato studia il menu bar di The Botanical Club in via Pastrengo

Milano Bar Grand Tour

Cocktail del Dry Bar

Milano Bar Grand Tour
Andiamo dove tutto brilla, dove le cose si fanno per bene. Vieni che andiamo al Dry, quale preferisci? Quello in Solferino è già storia. Nell’altro, dietro Repubblica, mangi anche a pranzo. Ti piace la focaccia col vitel tonné? E il cocktail in sous vide lo sai cos’è? Dai che andiamo, vedrai. Vedrai che roba, adesso ce ne andiamo a Tahiti, o forse è Cuba, non so. No, non prendiamo l’aereo, ci passa il 19, è il Nottingham Forest. No, non è in Inghilterra, è dietro Monforte. Io mi faccio fare un Martini Mondrian, sì è tutto colorato, è Mondrian. E tu? Dai tu ti lavi i denti col dentifricio al mojito. Al Nottingham queste sono le basi.

Milano Bar Grand Tour

Il bancone e alcuni particolari del Bar Barba in via San Gregorio

Milano Bar Grand Tour Milano Bar Grand Tour
Non bevi gin? Ah, sì, vuoi dire che non bevi quel gin. In effetti neanch’io, ci tengo alla salute. Ma non ti parlavo di quel gin o di un gin random, no. Ti sto raccontando che al The Botanical Club il gin te lo fanno loro con un distillatore da 150 litri. Sì, esatto, è il loro gin. Oltre a un centinaio di gin di altre case. No, non preoccuparti, quel gin non ce l’hanno.

Milano Bar Grand Tour

Bancone e servizio di The Botanical Club in via Pastrengo

Milano Bar Grand Tour

Porta Venezia è esplosa, caotica ma piena di vita. Mi piace tanto, ma a volte voglio tranquillità e la sicurezza di bere cosa e come voglio io. Ci infiliamo in via San Gregorio e assaggiamo un Don al Barba, sotto un soffitto di stelle, sgranocchiando tapas di lusso. Hai mai bevuto un Torino-Milano via Novara? È il treno della felicità!
Va bene, ora si sale di livello. Il miglior cocktail bar della città. Rita. Un bancone, dei tavoli (ma il bancone è meglio, fidati), spiriti eccezionali, Edoardo Nono in regia e parte il primo gin zen della serata. Hai già bevuto il gin zen? Lo bevono anche a Singapore, credo, ma è nato qui, a Milano, sul Naviglio Grande. È figlio del Rita.

Milano Bar Grand Tour

Cocktail e particolari di The Botanical Club in via Pastrengo

Milano Bar Grand Tour
Si è fatto tardi. Dai, sì, prendo un taxi, non preoccuparti. Anche se per chiudere la serata ci vorrebbe qualcosa, il bicchiere della staffa. C’è un bar qui vicino, ma è segreto, è uno speak easy. Magari è nel retro di un negozio di birre o su una terrazza da qualche parte, si entra su invito, c’è la parola d’ordine. No, non sono pazzo, è Milano che è così. È banale dirlo ma è da bere questa città, da bere da matti!

Federico Flamminio / Photo itm.srl x Kemon