Arte
Thierry Mugler: visioni Haute Couture

Signore e signori: questa è arte, non solo magnifiche creazioni sartoriali

Famosissimo negli anni ’80, grazie alle sue silhouette distintive e immediatamente riconoscibili: anatomiche, grafiche, ultra-femminili e dalle linee perfette. Tornato prepotentemente sotto la luce dei riflettori da quando Kim Kardashian ha iniziato a sfoggiare le sue creazioni vintage, ma soprattutto grazie ai due incredibili abiti indossati dalla regina dei social all’ultimo MET Gala: il primo – una seconda pelle, nude, in lattice e cristalli – ha reso Kim la più fotografata del red carpet, e il secondo – un minidress turchese sempre in lattice ma stampato moiré, con uno scollo vertiginoso, abbinato a una parrucca di cristalli – per l’after-party.

Photo ©David LaChapelle. Tenue Thierry Mugler. Collection Jeu de Paume, haute couture printemps-été 1998

Dominique Issermann, Jerry Hall

Yesmin Le Bon wearing Thierry Mugler photographed at the London Palladium for ES Magazine

Lady Gaga dans le vidéoclip de la chanson «Telephone»

E non è un caso che la mostra dell’anno al Montreal Museum of Fine Arts sia proprio la prima retrospettiva dedicata a Thierry Mugler, nell’intento di svelare i molteplici universi di questa figura innegabilmente artistica – couturier visionario, regista, fotografo e profumiere – in  una retrospettiva del suo lavoro, in particolare delle sue creazioni prêt-à-porter e haute couture. Più di 150 abiti, molti dei quali esposti per la prima volta, creati fra il 1973 e il 2014, insieme ad accessori, costumi di scena, video, documenti d’archivio e disegni originali.

Photo ©Karl Lagerfeld. Tenue Thierry Mugler, collection Anniversaire des 20 ans, Prêt-à-porter automne-hiver 1995-1996

Pierre et Gilles, Le Papillon noir (Polly Fey), 1995, photographie peinte

Helmut Newton, séance de photo pour le catalogue de la collection Lingerie Revisited, Monaco, 1998

Thierry-Maxime Loriot, commissaire; Manfred Thierry Mugler, créateur; et Nathalie Bondil, directrice générale et conservatrice en chef, MBAM

Manfred Thierry Mugler, créateur. Photo : © Max Abadian

Thierry Mugler: Couturissime traccia il percorso di un eccezionale creatore che ha rivoluzionato la moda con tagli morfologici e futuristici e silhouette glamour, scultoree ed eleganti; linee rigorose e spalle da supereroina: le sue figure con la vita strizzata da corsetti in materiali inaspettati (metallo, vinile, lattice) si adattavano a una donna sublime, sensuale e potente, in costante metamorfosi. La mostra offre un tuffo nel suo mondo immaginifico, fatto di perfezionismo, prestigio in stile hollywoodiano, sogni, creature esotiche, erotismo e fantascienza.

Valentina Monti
20/05/2019