K-NOW #2
ILLUSTRATION #2

Klub7 / klub7.de

Uno dei più noti collettivi di street-artist a Berlino, in continua ascesa dalla fine degli anni ’90 a oggi sia in Germania che nel mondo.
Sei artisti, sei amici, sei diversi stili perfettamente armonizzati tra loro.

Contattiamo via mail Ingo aka Diskorobot per incontrarli. Nel loro laboratorio di Dolziger Straße, quartiere ex Berlino Est di Friedrichshain, ci aspetta invece Otto Baum, l’esperto di lettering del gruppo. Ci sono poi Dani Daphne, l’unica donna, stile tendente al figurativo, disegna oggetti dedicandosi però anche a opere concettuali e materiche; Mike Okay, più naïf, mixa coloratissime illustrazioni e fumetti; Kid Cash svaria abilmente tra figurativo e geometrie astratte; Lowskii, molto ironico, rielabora immagini super iconiche; Diskrobot, abile astrattista, spesso monocolore.

Particolare di un collage

Installazione a Tel Aviv

Contaminazione, sperimentazione, armonizzazione degli stili, la crew di Klub7 privilegia esprimersi insieme su lavori di grande formato, utilizzando diversi supporti (carta, tela, legno, stoffe) e materiali (gesso, pennarelli, acrilici, oli). Le loro opere collettive mixano genialmente wall painting, illustrazione, design e performance, tanto da essere sempre più conosciuti nel mondo: recensiti tra le attrattive culturalmente più stimolanti dalla Guida di Berlino firmata Wallpaper magazine, negli ultimi anni hanno lavorato anche a New York, Parigi, Lione, Vienna, Marsiglia, Gerusalemme, Amsterdam. Architetture, colori, forme astratte e geometrie colorate, ciò che distingue KLUB7 da altre crew di stree-artist è la raffinatezza e la riconoscibilità degli stili di ciascuno, pur inseriti e armonizzati in grandi opere collettive. Un approccio all’arte spontaneo, semplice ma sempre molto attento allo studio degli spazi d’intervento, che siano interni o esterni, l’architettura è analizzata con precisione al fine di elaborare un progetto visivo che interagisca perfettamente con l’ambiente circostante.

Un lungo murale / Kreide 2016

Installazione a Tel Aviv

―Sei artisti, sei amici, sei stili perfettamente armonizzati tra loro

Facciata del Motel One / 2017

Murale a Monaco / 2016

Il risultato sono giganteschi lavori che riqualificano quartieri e decorano la città: grandi muri trasformati in tele dove converge simultaneamente l’immaginazione di sei artisti diversi tra loro ma perfettamente integrati in un unico messaggio artistico.

Alessandro Di Giacomo
Tutte le foto, courtesy Klub7 / klub7.de