• Christoph Sagel
  • Christoph Sagel
  • Christoph Sagel

Design
Less but better

“Un buon design è invisibile” (Dieter Rams)

È considerato un padre dai designer più giovani. Un innovatore, un artista, un patriarca. E proprio come Mosé, Dieter Rams, tedesco classe 1932, figlio di un carpentiere da cui ha imparato la passione del costruire, ha stilato un decalogo del design utilizzato tuttora dai progettisti desiderosi di creare oggetti funzionali e belli.

Dieter Rams / ©Vitsoe

Dieter Rams / ©Vitsoe

Una delle dieci leggi recita: “Un buon design è invisibile”. La decima regola, forse la più importante. Progettare significa soprattutto creare un oggetto che abbia una funzione e che assolva a essa in maniera efficace, rimanendo esteticamente piacevole e funzionalmente duraturo. Creare qualcosa che deve essere usato, prima che guardato. Per questo il design migliore è invisibile: non deve distogliere l’attenzione dallo scopo reale di un oggetto.
Un buon design è anche onesto, perché deve essere utilizzabile per molto tempo. L’opera di Rams che incarna al meglio questo concetto è senz’altro la libreria 606 Universal Shelving System. Progettata da Rams nel 1960 e da allora prodotta senza interruzione da Vitsœ. La si può acquistare ora, o si possono acquistare moduli e utilizzarli con altri acquistati cinquant’anni fa.

Braun T 1000 World Receiver

Braun RT 20 Tischsuper

L’obsolescenza programmata non fa parte del decalogo di Rams. La regola principale, quella che le racchiude tutte, è Weniger, aber besser, in inglese Less but better, “Meno, ma meglio”. Oggetti puliti, semplici ed essenziali, che catturano per le loro linee sobrie e per le idee che hanno dietro.

― “Avere intorno a noi troppi oggetti inutili è inumano” (Dieter Rams)

Il Sistema impilabile 740

Le regole di Rams e le sue creazioni sono alla base di molto design contemporaneo. Uno dei marchi che più di tutti si è ispirato al suo stile è Apple: iMac, Macbook, ma anche applicazioni. La app Calcolatrice è un omaggio alla Braun ET66 degli anni ’80.
Il prestigioso Vitra Museum dedica a Dieter Rams la mostra Modular World, titolo che sintetizza perfettamente l’idea che Rams ha della progettazione industriale. Costruire oggetti modulari, che possono essere associati, divisi e moltiplicati. Come il celebre Sistema impilabile 740: poltrone e tavoli composti da dischi rimuovibili e associabili in diverse altezze e forme.

Perché dietro la volontà di Rams di progettare oggetti duraturi c’è un’intuizione che sarebbe divenuta mainstream solo molti decenni dopo: la sostenibilità. Creare poche cose che durino a lungo, per non sprecare, per amare a lungo e per restare noi stessi. Perché “abbiamo intorno a noi troppi oggetti inutili. E questo, a mio avviso, è inumano”.

Un buon design è innovativo
Un buon design rende utile il prodotto
Un buon design è esteticamente attraente
Un buon design aiuta la comprensibilità di un prodotto
Un buon design non è intrusivo
Un buon design è onesto
Un buon design dura nel tempo
Un buon design si riconosce anche nei piccoli dettagli
Un buon design si preoccupa dell’ambiente
Un buon design è invisibile

Federico Flamminio
Tutte le foto, courtesy Vitra Design Museum, dalla mostra Modular World / design-museum.de